pt_BRPortuguese
Patrimonio Storico Azzorriano | Venha Descobrir | Santa Catarina Turismo

Patrimonio Storico Azzorriano

Le case tipiche delle Azzorre sono trovate in quasi tutti i comuni sulla costa. I punti principali sono le collezioni storiche di São Francisco do Sul, Florianópolis e Laguna, con degli edifici antichi molto ben conservati, costruiti con materiale che mescolava l’olio di balena e conchiglie. Le imponenti fortezze portoghesi, risalente al secolo XVIII, meritano di essere visitate. Il giro in barca fino all’isola di Anhatomirim (Governador Celso Ramos), per conoscere la Fortezza di Santa Cruz, è una bella attrazione.

Costa Verde e Mar

Balneário Camboriú


Quartiere della Barra
Villaggio di pescatori tipico delle Azzorre che preserva il patrimonio culturale dei colonizzatori nella gastronomia, nell'artigianato e nei loro edifici storici, come la Chiesa di Nossa Senhora do Bom Sucesso (conosciuta come Chiesa di Santo Amaro), la Casa Linhares e la Piazza dei Pescatori.


Itajaí


Centro Storico
Il quartiere conserva un importante patrimonio architettonico, con enfasi sul Palazzo Marcos Konder (costruito nel 1925, sede del Museo Storico di Itajaí), la Casa Burghardt (edificio del 1904, dove funzionano la Fondazione Culturale e la Galleria Comunale d'Arte), la Casa Malburg, la Casa della Cultura Dide Brandão, la casa della Biblioteca Comunale, l'Hotel Rota do Mar (aperto nel 1897), la Casa Konder e la Casa Lins (sede del Centro di Documentazione e Memoria Storica).

Mercato Pubblico Comunale

L'edificio del 1917 ospita ristoranti, negozi di artigianato e è il principale punto d'incontro della città. Il sabato, ci sono spettacoli di musica popolare brasiliana, chorinho e samba. Av. Ministro Victor Konder, Praça Félix Busso Asseburg, s/n, Centro. Temporaneamente chiuso per ristrutturazione.


Penha


Armação do Itapocorói
Villaggio di pescatori che è stato la culla della colonizzazione azzorriana nella regione. Negli 800 m della costa, ci sono tradizionali barche pescherecci artigianali, così come decine di ristoranti specializzati in pesce.


Grande Florianópolis

Biguaçu


Complesso Architettonico Luso-Azzorriano e Museo Etnografico Casa dos Açores
Formato dalla Chiesa São Miguel Arcanjo, dalla casa che ospita il Museo Etnografico Casa dos Açores e dall’acquedotto, il complesso è stato tutelato dall’Instituto do Patrimônio Histórico e Artístico Nacional (IPHAN). Il museo comprende oggetti artigianali, miniature di mulini di farina, antichità, fotografie, biblioteca specializzata e documenti storici. Dal martedì alla domenica, dalle 9 alle 17.
BR-101, Km 189, Balneário de São Miguel.
Tel: (48) 3243-4166
www.casadosacores.sc.gov.br

Centro Culturale Casa do Barão
Costruito nel 1891, è uno dei pochi edifici storici preservati nel quartiere centrale di Biguaçu. Attualmente è composto dal centro di Informazioni, biblioteca virtuale, sale per esposizioni e dall’Accademia Municipale di Lettere. Dal lunedì al venerdì, dalle 13 alle 22.
Praça Nereu Ramos, 160 – Centro.
Tel: (48) 3285-8061


Florianópolis


Ponte Hercílio Luz
Uno dei maggiori ponti pensili del mondo, con 821 m di estensione. È stato inaugurato nel 1926 e chiuso al traffico nel 1982 (attualmente è in fase di restauro). Sebbene non presenti elementi di archiettura portoghese e azzorriana, predominante a Florianópolis, il Ponte Hercílio Luz è profondamente legato alla capitale catarinense, essendone il simbolo principale.

Centro Histórico
Il Centro di Florianopolis riunisce una serie di costruzioni di importanza storica. Visita la Cattedrale Metropolitana, del 1753; Praça XV di Novembro, dove si trova il fico centenario; il Palazzo Cruz e Souza, costruito nel XVIII secolo (e attualmente sede del Museo Storico di Santa Catarina); il Teatro Álvaro di Carvalho (totalmente restaurato e in attività); la casa in cui nacque il famoso pittore Victor Meirelles e anche il Mercato Pubblico e la Casa dell’Alfândega, dove vengono venduti prodotti artigianali e coloniali di tutto lo stato.

Catedral Metropolitana de Florianópolis
Il monumento più visitato della capitale, dispone di una bella collezione di arte sacra, un organo a tubi tedesco e un campanile principale con cinque campane. È stata tutelata dall’Instituto do Patrimônio Histórico e Artístico Nacional (IPHAN). Nel Centro.

Igreja São Francisco de Assis e Igreja Nossa Senhora do Rosário e São Benedito
Tutelate dall’Instituto do Patrimônio Histórico e Artístico Nacional (IPHAN). Centro.

Engenho Caminho dos Açores
Costruzione rustica, che rappresenta gli antichi mulini dell’Isola di Santa Catarina, oggi in gran parte scomparsi o descaratterizzati. Rua Caminho dos Açores, 1.180, Santo Antônio di Lisboa.

Fortaleza de São José da Ponta Grossa
Conclusa nel 1744, è tutelata dall’Instituto do Patrimônio Histórico e Artístico Nacional (IPHAN). Tutti i giorni, dalle 9 alle 12 e dalle 13 alle 17. Localizzata tra le spiagge do Forte e di Jurerê Internacional, nel nord dell’isola.

Fortaleza de Santo Antônio de Ratones
Conclusa nel 1744, è stata tutelata dall’Instituto do Patrimônio Histórico e Artístico Nacional (IPHAN).
Tutti i giorni, dalle 9 alle 17.
Localizzata nell’Isola di Ratones Grande.
Tel.: (48) 3721-8302.
www.fortalezas.ufsc.br

Santo Antônio de Lisboa
Antico nucleo di colonizzazione azzorriana, localizzato sulla strada verso le spiagge del nord dell’isola, con complesso architettonico di epoca coloniale e buona offerta di ristoranti specializzati in frutti di mare. È uno dei migliori luoghi per ammirare il tramonto e il Ponte Hercílio Luz..

Ribeirão da Ilha
Localizzato nel sud dell’isola, è stata la prima comunità abitata di Florianopolis. Ancora oggi si possono ammirare le antiche case in stile azzorriano che sono, junto con le fazendas marine per la coltivazione delle ostriche (la regione è una delle maggiori produttrici del mollusco in Brasile), le principali attrazioni del posto. Buona l’offerta di ristoranti specializzati in ostriche e frutti di mare.

Chiesa Imaculada Nossa Senhora da Conceição
Rua Rita Lourenço da Silveira, 88 - Lagoa da Conceição.

Chiesa São Sebastião do Rio Tavares (Capela do Campeche)
Rua Auroreal, 260. Campeche.

Chiesa Nossa Senhora da Lapa
Rua Alberto Cavalheiro, 238. Ribeirão da Ilha.

Chiesa Nossa Senhora das Necessidades
Estrada Caminho dos Açores, 2.350. Santo Antônio de Lisboa.

Chiesa São Francisco de Paula
Rodovia Tertuliano Brito Xavier, 2201. Canasvieiras.


Governador Celso Ramos


Cappella Nossa Senhora da Piedade
Del 1745, in stile coloniale portoghese. È stata tutelata dall’Instituto do Patrimônio Histórico e Artístico Nacional (IPHAN). Villaggio di Armação da Piedade.

Fortezza di Santa Cruz
Localizzata nell’Isola di Anhatomirim. Aberta tutti i giorni, dalle 9 alle 17.
Tel: (48) 3721-8302
www.fortalezas.ufsc.br


São José


Beco da Carioca
Fonte di acqua costruita nel 1840 a partire da una sorgente che fungeva da lavatoio pubblico per i vestiti, usata principalmente dagli schiavi.
Rua Irineu Comelli, accanto alla Chiesa.
Centro storico.

Praça Hercílio Luz
Riunisce monumenti e statue commemorative.
Centro storico.

Praça Arnoldo de Souza
Ospita il Monunento agli Azzorriani, eretto probabilmente nel punto di sbarco dei primi immigrati azzorriani, fondatori della città.
Centro storico.

Casa da Cultura/Casa da Câmara e Cadeia
Costruita nel 1859, in stile coloniale portighese.
Dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 12 e dalle 13 alle 19.
Praça Hercílio Luz, Centro.
Tel.: (48) 3247-9096.

Biblioteca Pública Municipal Prof.ª Albertina Ramos de Araújo
Al piano superiore si trova la Fondazione Municipale di Cultura e Turismo e, accanto, l’Archivio Storico Municiaple di São José.
Dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18.
Rua Padre Macário, 10, Centro storico.
Tel.: (48) 3257-0623 / 3259-2368.
www.ctpmsj.sc.gov.br

Theatro Adolpho Mello
Eretto nel 1854, è il più antico di Santa Catarina.
Dal lunedì al venerdì, dalle 13 alle 18.
Praça Hercílio Luz, 10, Centro storico.
Tel.: (48) 3247-0051.
www.ctpmsj.sc.gov.br/teatro

Cappella Nossa Senhora de Fátima e Santa Filomena
Costruita nel 1879, ospita la bellissima immagine di Santa Filomena, scolpita in legno e portata dall’Italia.
Rua Luiz Fagundes, s/n, Praia Comprida.

Cappella Nosso Senhor do Bonfim
Riunisce un importante collezione di oggetti sacri del XIX secolo.
Ladeira do Bonfim, s/n, Centro storico.

Cappella Nosso Senhor dos Passos
Dal 1857, nell’epoca che precede la Pasqua, l’immagine del Senhor Bom Jesus dos Passos è portata in processione fino alla Chiesa.
Rua Frederico Afonso, 4.230, Ponta di Baixo.

Chiesa Matriz São José
Eretta nel 1750, nel punto in cui i colonizzatori fondarono la prima cappella del municipio.
Rua Irineu Comelli, 225, Centro storico.
Tel.: (48) 3247-1596.


Encantos do Sul

Garopaba


Centro Storico
Compreende il complesso architettonico azzorriano distribuito sul lungomare e nelle strade parallele, la Praça 21 de Abril, la Igreja Matriz São Joaquim e l’edificio conosciuto come Vigia – antica sede amministrativa per l’attività di caccia alle balene di Garopaba, che oggi ospita una galleria di arte e artigianato.


Jaguaruna


Centro Storico
Gli edifici del nucleo urbano di Jaguaruna risalgono al 1875, con la prima chiesa del municipio. L’edificio principale è la Stazione Ferroviaria, del 1919, che testimonia lo sviluppo della città con l’arrivo della Ferrovia Tereza Cristina.


Laguna


Centro Storico
Concentra circa 600 edifici tutelati dall’ Instituto do Patrimônio Storico e Artistico Nacional (IPHAN), che possono essere osservati in escursioni a piedi per la città.

Casa Pinto d’Ulysséa
Ospita la sede della Fondazione Lagunense di Cultura e il negozio di artigianato Nossa Terra. L’edificio del 1866 è ispirato a una casa colonica portoghese e ha la facciata rivestita di azulejos. Tutti i giorni, dalle 8 alle 19h.
Rua Prof.ª Júlia Nascimento, s/n, Centro.
Tel: (48) 3646-2542 – Fundação Lagunense di Cultura.

Fonte da Carioca
L’opera del 1836 è rivestita di marmo ed ha decorazioni in stile coloniale. I visitatori hanno l’abitudine di bere l’acqua della sorgente per garantire il loro ritorno a Laguna. Praça Lauro Muller, accanto a Casa Pinto d’Ulyssèa, Centro Storico.

Farol di Santa Marta
Costruito da francesi nel 1891, è il maggiore faro per portata visuale in America del Sud (92 km). Ancora in attività, mantiene alcune attrezzature originali, ma è chiuso al pubblico. Localizzato nel Cabo de Santa Marta (accessibile solo in barca), è circondato dalle spiagge do Farol (Prainha), do Camacho, da Cigana e do Cardoso. Quest’ultima è molto famosa tra i surfisti della regione. A 14 km dal centro di Laguna.

 


Caminhos dos Príncipes

São Francisco do Sul


Centro Storico

La memoria della colonizzazione portoghese è conservata in oltre 150 immobili protetti dall'Istituto del Patrimonio Storico e Artistico Nazionale (IPHAN). Il ricco complesso architettonico, ornato dalla Baia di Babitonga, merita di essere goduto con tranquille passeggiate.

Mercato Pubblico Comunale

Inaugurato nel 1900 come un magazzino commerciale, adesso ospita dei negozi di artigianato e concerti di musica dal vivo ogni sabato. Da lunedì a venerdì, dalle 7:30 alle 18:30; sabato dalle 7:30 alle 13:00; domenica, dalle 8:00 alle 14:00. Rua Babitonga, 65, Centro.

Cariocas
Ci sono zampilli pubblici d'acqua che alimentava l'antico borgo. Soltanto 3 rimangono in funzionamento: quel della Via Benjamin Constant (con piastrelle portoghesi), quel della Via Marcilio Dias (in stile coloniale) e quel della Via Coronel Oliveira (edificio originale).

Forte Marechal Luz
Inaugurado em 1909 em substituição ao antigo forte, abriga também um museu. Dezembro a março, diariamente, 8h às 18h; demais meses, terça a domingo, 8h30 às 11h30 e 13h30 às 17h.
Estrada Geral do Forte, s/n, Praia do Forte (15 km do Centro).
Fone: (47) 3442-2131.

Igreja Matriz Nossa Senhora da Graça
Construção de 1699, chama a atenção entre os bens tombados no Centro Histórico da cidade.
Praça Getúlio Vargas, 180, Centro. Fone: (47) 3444-5093.

Museu Histórico de São Francisco do Sul
No prédio do século XVIII são preservados objetos, mapas e fotos sobre a história da cidade. Destacam-se 2 exemplares de moinho (um de cana e outro de mandioca) usados por imigrantes açorianos. Terça a sexta, 8h às 18h; sábado, domingo e feriados, 10h às 18h.
Rua Coronel Carvalho, s/n, Centro Histórico. Fone: (47) 3444-5443.