Orleans

Come Urussanga, anche Orleans fa parte degli Itinerari Nazionali dell’Immigrazione creati dall’Instituto do Patrimônio Storico e Artistico Nacional (IPHAN). Luoghi come la Casa Barzan, la chiesa di Santa Otília e il Museo all’aria aperta mettono il turista in contatto con la cultura e i costumi degli immigrati italiani giunti nella regione più di 100 anni fa. Altropunto di interesse del municipio è il Paredão do Zè Diabo, complesso di sculture scolpite nella parete della ferrovia che corre lungo il fiume Tubarão.

Storia e Cultura

Curiosità


Paredão do Zé Diabo
L’artista Josè Fernandes (noto localmente come Zè Diabo) ha scolpito scene che rappresentano diversi passaggi della Bibbia in una parete di pietra grezza, ai margini del fiume Tubarão, accanto alla ferrovia. A Coloninha, a 500 m dal nucleo urbano di Orleans.

 


Musei, Case di Cultura, Monumenti e Memoriali


Museo all’aria aperta
Il visitatore ha l’opportunità di vedere ruote d’acqua mosse grazie alla trazione animale e in perfetto funzionamento, che macinano la canna, manioca e producono specialità coloniali, con lo stesso procedimento adottato alla fine del XIX secolo. La distillerie, il forno per ceramica, la segheria e la cantina dei vini sono altre attrazioni del luogo.Esiste anche un0esposizione oggetti usati dai colonizzatori. Dal martedì la venerdì, dalle 9 alle 12 e dalle 13.30 alle 17.30; sabato, domenica e festivi, dalle 9 alle 17.30.
Rua Pe. João Leonir Dall' Alba, s/n, Murialdo.
Tel: (48) 3466-0011 / 3466-5626.
www.unibave.net


Patrimonio Storico Italiano


Patrimonio storico
Gli Itinerari Nazionali dell’Immigrazione (catalogati dall’Instituto do Patrimônio Storico e Artistico Nacional – IPHAN) passano per Orleans. La Casa Barzan (edifizio del 1929, a Palmeira Alta) è considerata un monumento nazionale all’immigrazione italiana. Si segnala anche la chiesa di Santa Otília, costruita nel 1922 nello stesso luogo dove i colonizzatori edificarono la prima cappella del municipio (1886).


Localização Geográfica

veja o mapa ampliado

Cidades Vizinhas

Braço do Norte


Colonizzata da tedeschi, portoghesi e italiani, Braço do Norte si trova tra catene montuose di grande bellezza: quella del Rio do Rastro e quella del Corvo Branco. Tra le sue principali attrazioni, i ‘pesca e paga’ Borget, nella Estrada Geral di Braço do Norte, e Simão, nella strada che porta a Rio Fortuna. In evidenza anche la FEAGRO - Feira Agropecuária do Vale (giugno), la Festa do Sagrado Coração de Jesus (luglio) e la festa per l’anniversario della città (ottobre). La Cappella Santa Augusta (1887) e la Grotta Nossa Senhora de Fátima sono importanti mete di turismo religioso nel municipio.

Informazioni:

Prefeitura
Tel: (48) 3658-2222
www.bracodonorte.sc.gov.br
www.feagro.com.br


Calendario
Ricerca